Il catechismo è lo stupro della mente!

Parlare di dio ad un bambino equivale a violentare la sua giovane mente, proprio come molestarlo sessualmente significa violentare il suo corpo. La legge stabilisce che un minore non ha la maturità necessaria a comprendere alcuni aspetti della vita adulta, come ad esempio il sesso, e per questo non ci può essere nessuna consensualità. Allo stesso modo, il bambino non ha gli strumenti critici per capire appieno la religione (o la politica) e scegliere consapevolmente il proprio orientamento, ed è totalmente indifeso nei confronti di chi voglia inculcargli una ideologia.
Se cerchi di convincere un bambino a seguire il tuo credo religioso, stai traviando irrimediabilmente la sua crescita ed il suo sviluppo, proprio come se lo stessi molestando sessualmente!
Lascia che tuo figlio cresca sano e libero da condizionamenti, non tarpare le sue ali!